È uscito il BCI Horizon Scan 2019

Condividi su linkedin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
È finalmente uscito il report più atteso dai professionisti di continuità e resilienza, con alcune notizie molto positive per il settore. Le organizzazioni che adottano la business continuity dichiarano infatti perdite minori della media negli ultimi 12 mesi. Ragione per cui gli investimenti in continuità stanno crescendo.

Il report più atteso dai professionisti di continuità e resilienza è ora disponibile gratuitamente sul sito del Business Continuity Institute.

Il primo dato che emerge è che i problemi tecnici sono ancora la maggiore preoccupazione per i manager. Malfunzionamenti IT e nelle telecomunicazioni sono gli episodi di interruzione più frequenti nell’ultimo anno, e il trend non accenna a diminuire nei prossimi 12 mesi.

Di nuovo, gli attacchi cyber e i furti di dati sono la minaccia più temuta per i prossimi 12 mesi. Questo può essere il risultato di una mancanza di adeguate competenze di sicurezza informatica all’interno delle aziende. Anche per quanto riguarda interruzioni causate da calamità naturali o condizioni climatiche avverse, ci si aspetta una crescita per il futuro.

Ma nonostante questi dati, le interruzioni più costose sono, nell’ordine, quelle causate da incidenti di salute e sicurezza (1186 miliardi di Dollari), incidenti reputazionali e disastri naturali.

Analizzando invece come le organizzazioni si preparano a affrontare queste minacce, l’analisi interna di rischi e minacce rimane il metodo più utilizzato, adottato dal 91% delle organizzazioni.

L’adozione dello standard ISO 22301 per sviluppare sistemi di gestione della continuità operativa sta crescendo, attestandosi a un 69% di organizzazioni che la seguono per sviluppare i propri programmi.

Ed è un dato di fatto ormai che la continuità operativa aiuti le organizzazioni a ridurre gli impatti delle interruzioni. Le organizzazioni che adottano piani di continuità operativa, infatti, riportano perdite inferiori rispetto alla media negli ultimi 12 mesi.

La conseguenza di questo dato è che gli investimenti in business continuity cresceranno nel prossimo anno; la quota di aziende che programmano investimenti maggiori in continuità nell’anno a venire è cresciuta del 12% (dal 18% al 30% attuale).

Questi e altri dati nel report integrale, che puoi scaricare sul sito del Business Continuity Institute.

Lascia un commento

Chi è PANTA RAY

PANTA RAY è una società di consulenza e formazione specializzata nelle discipline della resilienza organizzativa. 

Post Recenti

Seguici

Voglio ricevere la newsletter di PANTA RAY con info su articoli, paper, servizi, offerte, eventi, ecc. 

Chiudi il menu